Università Cattolica del Sacro Cuore

L'Archivio

L’Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia è stato fondato nel 1961 da Mario Romani, docente di Storia economica presso l’Università cattolica di Milano. Come da Statuto, l’Archivio intende «promuovere la ricerca, la conservazione, la pubblicazione e l’utilizzo a scopi scientifici e divulgativi dei documenti» sulle iniziative sociali dei cattolici italiani nell’Ottocento e nel Novecento, al fine di contribuire al progresso degli studi sulla loro azione analizzata nell’ambito della vita economica e sociale con «particolare attenzione ai nessi tra quelle esperienze e il contesto di strutture, di rapporti, di comportamenti in cui si sono inseriti. Ma farà questo rifuggendo da schematismi artificiosi, senza mortificare la complessità di quelle testimonianze, senza isolarle dalle loro profonde motivazioni religiose e morali, ricercandone le radici culturali e le sollecitazioni pratiche dentro e fuori i confini del Paese» (M. Romani, Presentazione del primo numero del «Bollettino» dell’Archivio, ottobre 1966). Nel 1966 Romani ha promosso la pubblicazione del «Bollettino dell’Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia» a tutt’oggi edito per i tipi di Vita e Pensiero. L’Archivio si avvale dell’articolazione in tre sezioni territoriali. Nel 1975 è stata costituita la Sezione di Trento, nel 1989 la Sezione di Lucca e nel 1994 la Sezione di Brescia.

Statuto (6,20 KB)