Università Cattolica del Sacro Cuore

I fondi dell'Archivio storico

La sede dell'Archivio storico: la sala studio e la biblioteca, l'archivio, il laboratorio di lavoro

Patrimonio archivistico

L'Archivio, costituito da 13.727 documenti, è senz'altro uno dei più importanti in Italia per la ricostruzione della storia delle formazioni Fiamme Verdi. Il Patrimonio archivistico del Fondo Morelli è suddiviso in 19 sezioni.

Non sono compresi nelle diverse sezioni manifesti e volantini fascisti, tedeschi e antifascisti.

Inoltre due fondi a sé stanti, non ancora ordinato e inventariato il secondo, contengono il materiale del Cln provinciale di Brescia e quello del Cln comunale di Salò.

I fondi del Cln

I fondi del Cln provinciale sono stati inventariati nel 2009-2011 dalle archiviste Daniela Ghirardini e Paola Mutti; l’inventario è consultabile sul sito web della Regione Lombardia dedicato al patrimonio culturale.

I materiali del Cln provinciale sono stati analiticamente studiati da Rolando Anni. La sua indagine è reperibile a stampa in un volume edito da Franco Angeli: Rolando Anni, Un ponte fra dittatura e democrazia. Brescia e la sua provincia nelle carte del CLN (1945-46), 2009 (cfr. descrizione e copie disponibili in ►Opac di UniCatt e in ►Opac RBBC).

Il fondo Comensoli

E' custodito presso l'Istituto anche il Diario-Archivio di don Carlo Comensoli, costituito da 16 registri di computisteria, contrassegnati da un numero fino a 17 (il sedicesimo è andato perduto), sulle cui pagine, numerate sul recto e sul verso, l'autore ha incollato un gran numero di documenti, ordinati cronologicamente e collegati da un breve commento.

La schedatura del materiale archivistico è duplice. La prima riguarda ogni documento e contiene i dati caratteristici di esso (posizione archivistica, data, oggetto, autore mittente, destinatario provenienza, ecc.) e i relativi richiami alfabetici. La seconda, che si riferisce ai richiami alfabetici segnalati sulla prima, riguarda i nomi di persona, di località, di enti oltre agli oggetti dei documenti e agli avvenimenti principali in essi citati, così da permettere di rintracciare tutte le carte che si riferiscono ad uno qualsiasi dei suddetti richiami.

Il fondo Morelli

Le 19 sezioni del Fondo Morelli sono state inventariate nel 2007-2008 dall’archivista Daniela Ghirardini, per poi essere pubblicate nel 2009 sul sito web – già ricordato – della Regione Lombardia dedicato al patrimonio culturale.

L’elenco sommario che è possibile consultare in sintesi su queste pagine è stato redatto da Mariarosa Zamboni ed è disponibile nella sua interezza a stampa (alle pagine 399-414): Commissione Archivio-Biblioteca dell'Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia, Guida agli archivi della Resistenza, 1983 (cfr.descrizione, copie disponibili e copertina in  ►Opac di UniCatt e in ►Opac RBBCCopertina); il medesimo testo è scaricabile in PDF dal sito dell’Istituto nazionale Ferruccio Parri sul quale è consultabile anche l’inventario redatto da Daniela Ghirardini prima ricordato.

Patrimonio bibliografico

La biblioteca ha un patrimonio, in continuo incremento, di oltre 4.000 monografie e di circa 400 testate di periodici (di varia consistenza, dal singolo numero alle numerose annate) relativi a fascismo, antifascismo, Resistenza, età contemporanea.

Per ampia parte del patrimonio è storicamente disponibile un catalogo cartaceo per autori e titoli.

Le pubblicazioni possedute sono in via di registrazione sul catalogo elettronico - Online public access catalog - dell’Università Cattolica e quindi ricercabili sul suo Opac (cfr. la videata di ricerca in Opac di UniCatt).

Circa il 70% del patrimonio di monografie è ad oggi inserito nel suddetto catalogo.

L'Archivio storico è particolarmente attento sia alla raccolta come alla catalogazione delle fonti a stampa riguardanti il Bresciano, costituite (giugno 2019) da circa 500 pubblicazioni.

Alcune pubblicazioni di argomento locale

Le pubblicazioni a stampa sono normalmente destinate alla consultazione in sede. Per motivate ragioni di studio e di ricerca possono essere ammesse al prestito a domicilio previa autorizzazione del Responsabile scientifico dell'Archivio storico.

Patrimonio fotografico

Il patrimonio fotografico dell'Archivio storico è costituito da alcune centinaia di fotografie (più di mille) catalogate che documentano la lotta armata e, in particolare, i giorni dell'insurrezione a Brescia e provincia. Il catalogo (Inventario della raccolta fotografica dell'Archivio storico della Resistenza bresciana e dell'Età contemporanea) è stato redatto da Laura Mena nel 2006.

È conservato anche un album fotografico con 137 immagini dei bombardamenti di Brescia dal 13 luglio 1944 al 6 aprile 1945, scattate dal tenente medico Luigi Orsetti.

L'album fotografico di Luigi Orsetti

L’album fotografico è stato pubblicato in una monografia a stampa: Rolando Anni, Maria Paola Pasini (a cura di), Brescia: bombardamenti aerei 1944-1945. L’album fotografico di Luigi Orsetti, 2018 (cfr.descrizione e copie disponibili in  Opac di UniCatt, cfr. anche Copertina).