Università Cattolica del Sacro Cuore

LudolinguisticaPer

Il progetto ha lo scopo di valorizzare e approfondire le varie applicazioni della ludolinguistica come strumento per l’apprendimento delle lingue in diversi contesti formativi.                     

L’uso della ludolinguistica in campo glottodidattico è legato, come è noto, ai lavori e agli studi di Anthony Mollica che, sin dal suo saggio pionieristico del 1979, Games and Language Activities in the Italian High School Classroom, ha fornito indicazioni pratiche e operative per l’insegnamento/apprendimento delle lingue. In una prospettiva glottodidattica lo studioso propone anche una definizione ampia di ludolinguistica, che comprende giochi di parole e giochi enigmistici, insieme ad altre tecniche, come attività umoristiche, stimoli ludici per la conversazione, falsi amici, problemi di logica ecc. (Mollica 2014)

Gli obiettivi del progetto sono i seguenti:

- sviluppare attività di ludolinguistica per la didattica dell’italiano L2 e delle lingue straniere in diversi contesti di apprendimento;   

- sviluppare attività di ludolinguistica per la didattica della terminologia in contesti CLIL;                                                                 

- promuovere buone pratiche didattiche attraverso la creazione di una banca dati digitale per la condivisione di materiali e     percorsi didattici;   

- diffondere la conoscenza e l’applicazione della ludolinguistica attraverso attività di formazione dei docenti;

 

Responsabili scientifici: Maria Teresa Zanola, Silvia Gilardoni

Collaboratori di progetto: Alessandra Cerizza, Maria Vittoria Lo Presti

 

Video-intervista al Professor Anthony Mollica, 29 marzo 2019, Master in Didattica dell’italiano L2

 

Seminario Insegnare lessico e grammatica con la ludolinguistica 29_3_2019