Università Cattolica del Sacro Cuore

The simulated (fictitious) body: the production of women's images in fashion photography

Articoli su riviste scientifiche

L'autore dell'articolo propone uno studio delle campagne pubblicitarie di due imprese di moda italiane milanesi, al fine di indagare quale siano le ragioni che stanno dietro l'utilizzo di immagini femminili altamente stereotipizzate. L'autore ci mostra come i creatori di queste immagini siano stati influenzati soprattutto da standard estetici e stili artistici contemporanei. Lo staff di un'impresa è sembrato più consapevole dell'influenza che le loro immagini hanno sul pubblico, mentre lo staff della seconda impresa non ha dimostrato di capire l'influenza da loro esercitata sui consumatori, senza cercare infatti di rappresentare il mondo reale attraverso le loro immagini. E' stato intervistato un campione di donne raggruppate per età differenti, raccogliendo le loro reazioni a queste fotografie ed è stato constatato che queste donne percepivano le immagini della prima impresa come maggiormente rispettose del ruolo della donna.

Autore: Lucia Ruggerone

Collana: Poetics, n. 6, vol. 34

Anno: 2006