Università Cattolica del Sacro Cuore

La fabbrica dei significati solidi

significati

Libri

Indagine sulla cultura della scienza
Un'équipe di fisici al lavoro in un grande laboratorio europeo: i loro riti, i loro miti, abitudini, usanze, codici linguistici, personaggi, tormentoni, tic nervosi. Non portano camici bianchi e capelli arruffati, non si aggirano sbadati per il mondo, non compiono azioni audaci, esperimenti pericolosi. Un sociologo li osserva da vicino. Per un anno frequenta periodicamente il loro laboratorio, sforzandosi di capire non solo ciò che vi accade, ma soprattutto il modo in cui gli scienziati comprendono e spiegano ciò che accade.
Questo è uno studio di laboratorio - il primo di queste dimensioni a essere stato condotto in Italia -, che mira a individuare le condizioni sociali a cui avviene la produzione di conoscenza scientifica. Il laboratorio vi è descritto come una "fabbrica di significati solidi", poiché in esso gli scienziati non si limitano a produrre nuove conoscenze, ma soprattutto si preoccupano di renderle sufficientemente solide, capaci di resistere nel tempo, e in contesti sociali diversi, alle tensioni a cui le sottopone la normale negoziazione tra soggetti individuali e collettivi. E' da questo bisogno di cristallizzazione, tipicamente sociale, che nei laboratori nasce l'idea di poter fondare logicamente e metodologicamente la conoscenza scientifica.

 

 

Autore: Paolo Volontè

Collana: PRODURRE CULTURA, CREARE COMUNICAZIONE

Anno: 2003