Università Cattolica del Sacro Cuore

Il centro di ricerca

Nell’anno accademico 1993-1994 l’Università Cattolica del Sacro Cuore ha istituito, presso la propria sede bresciana, l’Archivio per la storia dell’educazione in Italia (ASE), diretto, fin dalla sua fondazione, dal prof. Luciano Pazzaglia.

L’Archivio - dichiarato di “notevole interesse storico” - nasce con l’intento di individuare ed acquisire fondi archivistici relativi alla storia della scuola e delle istituzioni educative in Italia di età moderna e contemporanea. Esso è venuto raccogliendo un imponente materiale documentario relativo ad alcune eminenti figure di studiosi, politici e uomini di scuola, tra i quali il prof. Aldo Agazzi, il ministro della Pubblica Istruzione on. Luigi Gui, l’on. Carlo Buzzi, il prof. Corrado Corghi, il prof. Gesualdo Nosengo, il prof. Gaetano Santomauro.

Fra le più recenti acquisizioni, una menzione speciale merita quella dell’archivio storico della Morcelliana (le cui carte consentono di ripercorrere non solo le vicende dell’editrice bresciana, ma anche quelle della storia della cultura letteraria europea del Novecento) e dell’archivio riguardante la signora Elda Mazzocchi Scarzella e il Villaggio della madre e del fanciullo da lei fondato, e tuttora esistente.

L’Archivio è altresì interessato al recupero e alla conservazione di quei materiali didattici - quaderni, registri, pagelle e libri di testo - lo studio dei quali è contributo prezioso per una più completa ricostruzione della storia della scuola.

L’ASE dispone inoltre di una ricca biblioteca specializzata concernente la storia dell’educazione e delle istituzioni scolastiche: particolarmente significativi sono i fondi librari appartenuti alle biblioteche personali di mons. Francesco Olgiati e del prof. Mario Casotti.

Dal 1994, l’Archivio cura la pubblicazione degli Annali di Storia dell’Educazione e delle Istituzioni Scolastiche (ed. La Scuola, Brescia) e si dedica all’acquisizione di microfilm e di cd-rom relativi a materiale documentario edito ed inedito di storia della scuola e dell’educazione.

L’ASE è non solo un istituto di conservazione, ma anche di ricerca: scopo prioritario delle attività intraprese è infatti quello di garantire ad una sempre più ampia fascia di utenza la fruizione delle carte possedute, favorendone sia la consultazione sia lo studio (previa autorizzazione del direttore in relazione alla inventariazione dei fondi e agli spazi di studio disponibili).