Università Cattolica del Sacro Cuore

Il movimento femminile cattolico nel Novecento

Dall’autunno 2007 è ripresa l’attività della Sezione femminile «Adelaide Coari» costituita nel 1993 e attiva solo per pochi anni. In rinnovata collaborazione con il gruppo di promotrici della Sezione, tra cui Maria Dutto e Marisa Sfondrini, e con il sostegno scientifico della professoressa Maria Bocci, è stata avviata una prima riflessione in vista della precisazione di iniziative scientifiche da realizzare prossimamente. Nel dicembre 2007 è iniziata, una prima mappatura del fondo archivistico di competenza della Sezione, costituito a fine anni Novanta, in cui sono raccolte le carte conferite dal «Gruppo promozione donna» di Milano, da «Progetto donna» (Brescia e Genova) e da privati. L'inventariazione della documentazione archivistica è ora conclusa. Allo stato attuale il fondo consta di 114 cartelle, alle quali si aggiungono materiali audiovisivi in fase di digitalizzazione. Nell'ambito di questo progetto di ricerca, è stato organizzato, in collaborazione con il Gruppo Promozione Donna, il convegno di studi storici «Il movimento femminile cattolico nelle fonti e nella storiografia», tenutosi 3 dicembre 2011, presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, i cui atti sono stati pubblicati nella rivista «Bollettino», XLVI (2011), 3. Secondo gli interessi di ricerca propri della Sezione, la professoressa Maria Bocci è intervenuta con una relazione dal titolo «Padre Gemelli nella Milano solidale: l'Opera impiegate di Milano» al convegno celebrativo dei cent'anni della Fondazione Opera impiegate di Milano (Università Cattolica, 13 ottobre 2012). Rientrano in questo ambito di ricerca anche gli studi condotti dalla dottoressa Federica Maveri sulla cultura del movimento cattolico femminile italiano nel Novecento. Nel 2013 è stato inoltre versato del nuovo materiale documentario da parte di Rosangela Vegetti, membro del Gpd, incrementando il patrimonio archivistico della Sezione.