Università Cattolica del Sacro Cuore

Classe dirigente cattolica, economia e società nel secondo dopoguerra

Stante il rilievo storiografico di questa pista di ricerca avviata negli scorsi anni sotto la guida scientifica del professor Alberto Cova e che ha prodotto e continua a produrre studi e pubblicazioni, sono in corso indagini sul ruolo della classe politica di estrazione cattolica nelle decisioni e nelle responsabilità politiche in campo economico e sociale, con particolare riferimento all’apporto di alcuni protagonisti. In collaborazione con la Fondazione Fanfani è stato organizzato un convegno di studi il 10 e l’11 dicembre 2008, «Amintore Fanfani: formazione culturale, identità e responsabilità politica», Università Cattolica, Milano. Gli atti sono stati pubblicati sulla rivista «Bollettino», XLVI (2011), 1-2.

Il dottor Andrea Maria Locatelli ha condotto degli studi sul dibattito e sulle scelte politiche in materia di finanza degli enti locali dalla Costituente alla solidarietà nazionale, pubblicando nel 2010, per i tipi di Vita e pensiero, la monografia Enti locali e fiscalità nel ‘900. I cattolici e l'economia disconosciuta.

Agli studi sulla classe dirigente cattolica è riconducibile l'indagine su Vincenzo Vernaschi, sindaco di Cremona dal 1961 al 1969, cui si è appli-cato un gruppo di lavoro composto da collaboratori dell'Archivio, studiosi ed esponenti della vita politica e culturale cremonese. La ricerca si è conclusa con la pubblicazione di due volumi (Simone Riboldi e Fabrizio Superti, Vincenzo Vernaschi sindaco. L'esperienza del centrosinistra a Cremona (1961-1968) e Vincenzo Vernaschi. Dal taccuino del senatore, a cura di Walter Montini) editi da Agrilavoro Edizioni.

In collaborazione con le strutture competenti della Camera dei Deputati e con l'Associazione Amici della Fondazione Giulio Pastore, in occasione della presentazione del volume che raccoglie i discorsi parlamentari di Giulio Pastore (edito a cura e per i tipi della stessa Camera) è stato organizzato il convegno «Democrazia e rappresentanza degli interessi» (Montecitorio, 7 giugno 2012). Sono intervenuti, oltre al presidente Gianfranco Fini, Rosy Bindi, Raffaele Bonanni, Susanna Camusso, Aldo Carera e Ivanhoe Lo Bello.

Il dibattito interno alla Democrazia Cristiana, con particolare attenzione al rapporto tra Stato ed economia negli anni delle segreterie Moro e Fanfani (1954-1964), è stato oggetto di un'indagine archivistica condotta dal professor Claudio Besana, che ha potuto contare sulla disponibilità dell'Istituto Luigi Sturzo. Il professor Alberto Cova ha analizzato l'azione svolta dal parlamentare milanese Vittorino Colombo come ministro della Sanità. Il dottor Nicola Martinelli ha concluso un'indagine sul ruolo dei deputati e delle forze di governo di area democristiana nelle politiche per il settore farmaceutico. Nell'ottobre del 2014, è stato inoltre organizzato il convegno «L'intervento pubblico nell'Italia repubblicana. Interpreti, culture politiche e scelte economiche» con la partecipazione dei proff. Daniela Felisini, Sergio Zoppi, Francesco Dandolo, Filippo Sbrana.

Quanto all'azione amministrativa dei cattolici a livello locale, il professor Andrea Maria Locatelli, in collaborazione con il dottor Simone Riboldi, ha portato a compimento la raccolta di dati sui bilanci di alcuni comuni lombardi al fine di collezionare una casistica significativa sulle politiche sociali poste in essere nel secondo dopoguerra dalle amministrazioni lombarde. Il dottor Fabrizio Levati ha pubblicato il volume Costruire e governare la Città Brianza: Giovanni Maldini, politico e amministratore, Missaglia, Bellavite 2013.

La ricostruzione delle esperienze professionali di un significativo campione di laureati dell'Università Cattolica che hanno avuto ruoli manageriali nelle imprese italiane, pubbliche e private, nel secondo dopoguerra ha contato su una specifica indagine archivistica realizzata dal professor Gianpiero Fumi in collaborazione con il dottor Maurizio Romano e con il supporto operativo del dottor Giovanni Agudio. Una specifica declinazione della ricerca riguarderà la composizione dell'Ufficio studi della Cariplo negli anni della presidenza di Giordano Dell'Amore. A tal fine il professor Claudio Besana ha svolto una prima ricognizione presso l'Archivio di Banca Intesa. Lo stesso docente ha proseguito la raccolta di materiali sul percorso biografico di Cesare Nava (ingegnere, professionista legato alla curia milanese, presidente del Banco Ambrosiano, deputato dal 1909, ministro negli anni della guerra, dell'immediato dopoguerra e nel governo Mussolini tra il 1924 ed il 1925) e sul rapporto della banca cattolica milanese con il mondo produttivo sotto la sua gestione.

Infine, nel 2014 è stato definito un accordo con la presidenza dell'Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti - Gruppo regionale lombardo per pubblicare in volume l'inventario archivistico delle carte depositate presso l'Archivio e organizzare un convegno nella ricorrenza della fondazione (11 maggio 1945 - 11 maggio 2015).